PREFAZIONE

 

“Per poter essere veramente felici, dobbiamo vivere una vita equilibrata. Essere in ottima salute finanziaria è molto simile a essere in ottima salute fisica.”
Richard Paul Evans

 

 

Questo è un piccolo libro ma che affronta un grande argomento. Tratta un tema che interessa la quasi totalità delle persone che abitano il nostro pianeta. Stranamente, però, solo una minoranza esigua che ne viene a conoscenza applica i suoi principi nella vita, pur condividendoli.

Parleremo in questo libro di come ottenere e raggiungere il successo finanziario ma anche di crescita personale, perché i due argomenti sono da sempre strettamente connessi.

L’arte dell’arricchimento e le leggi del denaro, un tempo riservate solo a un’élite di persone, sono diventate vere materie di studio, oggi fortunatamente di dominio pubblico.

Io l’ho appresa con centinaia di ore di formazione, cumuli di libri, l’esperienza e sì, certo, anche con gli errori, ma l’aiuto maggiore è arrivato dai miei mentori di cui farò cenno in questo libro. Il mentore è una persona molto speciale: è colui che ti guida lungo una strada che ha già percorso. Sei fortunato se ne trovi uno, ma arriverà da te solo se lo cerchi e solo quando sarai preparato.

La nostra società è divisa principalmente in due categorie di persone. Alla prima appartiene chi si accontenta di quello che possiede. Al secondo gruppo, invece, appartengono le persone che, per avere e guadagnare di più, si ammazzano di lavoro e si sovraccaricano di impegni. Io, mio malgrado, ho fatto parte di quest’ultima categoria per un lungo periodo di tempo.

Esiste poi una terza categoria un po’ particolare: una minoranza davvero ristretta, impegnata nel ricercare come poter guadagnare di più ottimizzando il tempo e la qualità del lavoro o di come poter guadagnare di più addirittura riducendo il tempo e il lavoro. Generalmente, l’obiettivo di queste ultime persone è quello di trovare uno o più sistemi che lavorino per loro, che producano entrate monetarie in modo passivo, che aumentino il loro standard di vita e che possibilmente li arricchiscano. Anche se per molti è un’idea irrealizzabile, il desiderio è legittimo perché chi ha provato sulle proprie spalle cosa vuol dire vivere in uno stato di scarsità, sa bene quanto la vita diventi difficile e, in molti casi, deprimente quando si fa fatica ad arrivare a fine mese con il proprio stipendio. Anche svolgere un lavoro che non piace per otto ore al giorno non è da meno. Quindi, voler guadagnare di più, aspirare a diventare ricchi e sperare un giorno di lavorare meno, sono tutti desideri sacrosanti e nobili purché si ottengano con mezzi leciti ed etici.

Anni fa...
Anni fa, le fatiche del lavoro, le bollette, il mutuo da pagare, la famiglia da mantenere, ecc. mi stavano letteralmente portando all’esaurimento mentale e fisico, causandomi un calo generale di entusiasmo verso la vita. Lavoravo mediamente 10 ore al giorno e anche nel fine settimana passavo molte ore davanti al pc sempre impegnato in qualche progetto da portare avanti o da finire. Nonostante ciò, quel che guadagnavo non bastava mai. La vita mi stava schiacciando.

Avevo intuito che c’era qualcosa che non andava, perché nonostante il mio impegno e i grossi sacrifici, facevo fatica ad andare avanti e a dare a me e alla mia famiglia un tenore di vita normale.

La ricerca
Così, un giorno decisi di mettermi con pazienza e a mente aperta davanti al computer e iniziai a fare delle ricerche su web su possibili soluzioni che potessero risolvere la mia condizione. Inizialmente trovai molte informazioni che mi sembravano inutili, ma insistendo nelle ricerche arrivai a scoprire, giorno dopo giorno, un mondo affascinante che non sapevo nemmeno esistesse. Venni a conoscenza di libri, video e corsi, fino ad allora a me sconosciuti, che trattavano l’argomento della ricchezza e della libertà finanziaria.

Ricordo, come se fosse ieri, quando anni fa venni a conoscenza del libro “Autostrada per la Ricchezza” di MJ DeMarco: lo ordinai subito e lo lessi tutto d’un fiato. Bellissimo!

Era la fine del 2015 e, dopo la lettura del libro, presi la decisione di approfondire l’argomento. Il libro mi aveva ispirato davvero molto: mi aveva dato un nuovo punto di vista sulla realtà e su quel che era possibile fare in ambito economico e finanziario. Soprattutto venni a conoscenza dei motivi per cui guadagnavo poco e a che cosa sarei andato incontro se non avessi fatto dei cambiamenti. Avevo intuito anche che c’era molto di più da imparare e che quel che avevo appreso non era che la punta di un iceberg. Così, ben consapevole delle mie lacune sull’argomento, mi rimboccai le maniche e umilmente iniziai i miei studi.

La grossa differenza
Ho dovuto leggere molti libri per capire che ci sono approcci, metodi, strategie e leggi universali molto precise alla base dell’arricchimento, della mediocrità e della precarietà.

I ricchi hanno un modo di ragionare molto diverso dalle altre persone. Non è solo una questione di regolette, di fortuna, di perseveranza o di coraggio. È un approccio globale verso il lavoro e la vita completamente ribaltato.

Una grossa differenza sta nel fatto che i poveri o la classe media usa il proprio tempo per lavorare e per portare a casa la pagnotta. I ricchi, invece, nei loro business e progetti usano il tempo degli altri. Altra differenza: i poveri e la classe media lavorano all’interno di un sistema, come elementi di un ingranaggio, ad esempio all’interno di un’azienda, di uno studio, di un ente. Il ricco, invece, ha il focus sulla creazione e sulla gestione dei sistemi. Due filosofie di vita e di lavoro completamente agli antipodi. A un certo punto del libro racconterò la storia di Bruno e Paolo: entrambi avevano il compito di portare l’acqua dal fiume alla cisterna del villaggio. Era il loro lavoro, erano pagati per questo. Bruno usava i secchi e faceva avanti e indietro lavorando dalla mattina alla sera. Paolo, invece, inventò un sistema che faceva il lavoro per lui: un acquedotto. Mentre Bruno per guadagnarsi lo stipendio lavorava tutto il giorno, Paolo guadagnava di più lavorando molto meno, lo stretto necessario per gestire il suo impianto. È una storia esemplare e molto illuminante che mette in luce due filosofie di gestione del lavoro e del tempo totalmente differenti tra loro.

Non sarà una passeggiata
Mi ci sono voluti anni di studio per capire concetti apparentemente banali, ma adesso ho fatto mia questa conoscenza e sono qui a condividere con te informazioni di cui la maggioranza delle persone non sospetta nemmeno l’esistenza.

In questo libro apprenderai cosa devi fare per guadagnare di più senza aumentare il numero di ore di lavoro o, meglio ancora, diminuendole. Apprenderai come ci si arricchisce e come svincolare i propri guadagni dal tempo. Sarà un viaggio, non una passeggiata, esattamente come dice il titolo del libro: un “Viaggio verso la ricchezza.

La prima ricchezza di cui ti approprierai sarà la conoscenza e la comprensione delle dinamiche e delle leggi che rendono i poveri sempre più poveri e i ricchi sempre più ricchi.

La maggior parte delle persone è convinta che per aumentare i propri guadagnare si debba lavorare di più, ma questa è una colossale falsità a cui ci hanno indotto a credere generazioni di educatori carenti di una vera cultura finanziaria.

Studia, prendi il diploma, cercati un posto fisso e lavora sodo fino al raggiungimento della pensione” è quello che ci hanno insegnato genitori, nonni ed educatori, sin dalla tenera età. Scelte e percorsi di vita rispettabili, ma non spacciamoli come i migliori da seguire. Ascoltiamo pure, se vogliamo, i loro consigli, in fondo ce li trasmettono per il nostro bene, ma non lamentiamoci se poi ci ritroviamo in una gabbia creata da noi stessi dove il lavoro che non ci piace, il capo rompiscatole, il mutuo, le bollette, le cambiali e le responsabilità diventano un macigno insopportabile, un peso opprimente, una zavorra. È giusto che ognuno faccia le proprie scelte e tutte meritano rispetto, ma raccontiamo e spieghiamo ai nostri figli che esistono alternative e realtà diverse dal “Studia, prendi il diploma, cercati un posto fisso e lavora sodo fino al raggiungimento della pensione”.

Una grande lacuna
L’educazione finanziaria è una delle più grandi lacune del nostro tempo: non stupisce che molte persone siano sempre senza soldi e che abbiano un pessimo rapporto con il denaro.

La lettura di questo libro ti introdurrà in un mondo forse nuovo per te, forse magico, ma sicuramente alternativo, dove al centro ci sei tu con le scelte che hai fatto e quelle che farai.

Vedremo qual è la legge fondamentale del guadagno e quella avanzata. Analizzeremo qual è la formula della ricchezza e le diverse fonti di guadagno possibili. Scoprirai perché alcune persone sono destinate a non arricchirsi mai e cosa dobbiamo fare noi per andare nella direzione opposta, ovvero quella di crearci una vita agiata e prospera.

Posso assicurarti che la lettura di questo libro ti darà informazioni importanti che potrebbero cambiare il destino e il decorso della tua vita, come è successo a me.

Immergiamoci nell’argomento
Adesso immergiamoci nell’argomento. Cercherò di essere sintetico e di utilizzare solo concetti strettamente necessari al nostro fine: quello di farti apprendere la conoscenza necessaria per aumentare i tuoi guadagni e diventare libero e ricco, se lo vorrai ovviamente. La scelta finale spetterà a te, come è normale che sia.

Anni fa ho fatto una scoperta interessante, ovvero che il valore di un libro non è dato dal numero di pagine, ma dal suo contenuto e dalla sua capacità di trasferire nozioni importanti in modo chiaro e senza divagazioni. Cercherò di fare la stessa cosa con questo testo.

Troverai nel libro anche riferimenti e consigli di vari autori, che sono stati per me dei veri mentori anche se solo attraverso la lettura delle loro opere. Sull’argomento “ricchezza” e “libertà finanziaria” ho letto molti testi e ho ritenuto opportuno e utile citare alcuni autori e i loro importanti insegnamenti.

Richiesta doverosa
Prima di iniziare, una richiesta doverosa: non dare subito un giudizio sui concetti che presento, ma concediti la possibilità di terminare la lettura del libro. So già che troverai nozioni e dati che sono molto diversi da quelli che ti hanno insegnato a scuola e in famiglia. La tentazione di bollare subito le informazioni presenti in questo testo come banali o addirittura sbagliate, è un grosso ostacolo alla comprensione del loro significato. Leggi il libro a mente aperta. Purtroppo ci sono molti pregiudizi su questo argomento. Aspetta di leggere tutti i capitoli per dare un giudizio: ogni cosa che scrivo ha un suo perché, una sua logica e tutto viene motivato e spiegato passo dopo passo nei vari capitoli. Quindi, abbi un po’ di pazienza se quel che leggi può non essere subito da te condiviso o compreso.

Buona lettura e buona avventura. Che le stelle, la tua anima e la fiducia nel futuro ti possano sempre accompagnare e guidare.

 

 

Indice del libro

 

Whatsapp